Finlandia

Esperienza

Itinerario da Helsinki by Il Tucano

UNA FINESTRA SULL’EUROPA CHE CAMBIA
Un viaggio ideale per chi desidera esplorare realtà diverse dal solito, in un’Europa in rapido cambiamento.  Affacciate sul Golfo di Finlandia, le tre grandi città baltiche offrono scenari sorprendentemente dissimili tra loro, ma al contempo ricchi di fascino, tra capolavori d’arte, gioielli del passato e modernissime architetture.

Prezzo: da € 2950

1° Giorno

ITALIA – HELSINKI

Partenza con volo di linea per Helsinki, con arrivo in serata. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel.

Pernottamento.

2° Giorno

HELSINKI

In mattinata, incontro con la guida parlante italiano e inizio del tour della città. Helsinki è una città limpida e dotata di un suo particolare charme; sin dalla tarda primavera, i caffè sull’Esplanadi ne approfittano per mettere fuori i tavolini, mentre tra le bancherelle dell’affollata Kauppatori – la piazza del mercato sul porto – compaiono mimi, giocolieri e artigiani. Il cuore della capitale batte qui, tra i giganteschi traghetti che fanno la spola sul Baltico e i battellini per l’isola fortificata di Suomenlinna, tra l’Esplanadi, il viale alberato su cui si affacciano i negozi alla moda, e la Senaatintori, ossia la Piazza del Senato, caratterizzata dalle tinte chiare dei suoi edifici neoclassici e dalla candida mole della cattedrale luterana di San Nicola. Sulle principali arterie del centro si affacciano curiosi palazzi neorinascimentali alternati ad altri in stile romantico-nazionale. Helsinki però è oggi soprattutto nota per alcuni capolavori dell’architettura moderna: su tutti spiccano la Finlandia-talo, centro congressi progettato da Alvar Aalto, e l’ancor più singolare Temppeliaukion kirkko, la chiesa rupestre consacrata nel 1969 e considerata uno degli edifici sacri più suggestivi al mondo. Il tour prevede anche una visita del Museo di arte contemporanea Kiasma, dalle linee avveniristiche, una panoramica del magnifico quartiere di Eiro con le sue eleganti case di gusto Jugendstil e una digressione al parco di Kaivopuisto, affacciato sul Golfo di Finlandia. Nel pomeriggio è in programma un’escursione all’antica città di Porvoo, con il suo fitto reticolo di stradine punteggiate da variopinte casette di legno. Prima colazione e pernottamento.

3° Giorno

HELSINKI – SAN PIETROBURGO

Mattinata a disposizione. Tra le mete opzionali, si suggerisce una visita all’isola fortificata di Suomenlinna, oggi trasformata in museo; la si raggiunge facilmente con i battelli che partono dall’imbarcadero della Kauppatori. Dal 1991 è stata dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità, come esempio pressoché unico di architettura militare europea del XVIII secolo. Interessante alternativa può essere l’Ulkomuseo-Frilugtmuseet, un museo all’aperto allestito sull’isoletta di Seurasaati (raggiungibile dalla stazione con il bus, in 30 minuti) dove sono sparsi decine di edifici storici in legno, provenienti da tutta la Finlandia e qui rimontati con cura. Si possono vedere intere fattorie, mulini, chiese e botteghe, mentre il personale in costume illustra al pubblico le abitudini, i mestieri e le danze di un tempo. Nel primo pomeriggio, trasferimento alla monumentale stazione di Helsinki, terminata nel 1914 e considerata un caposaldo dell’architettura modernista. Qui si sale a bordo del modernissimo treno ad alta velocità Allegro, che in circa tre ore e mezzo di viaggio giungerà a San Pietroburgo. Il nome italiano del treno è dovuto al fatto di essere basato sulla tecnologia costruttiva del celebre Pendolino e fa riferimento a un andamento musicale. Il percorso si snoda attraverso un ameno paesaggio verdeggiante, dominato da estese foreste che si alternano ad aree coltivate, pascoli, praterie, laghi e corsi d’acqua. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. Il percorso della giornata è di circa 390 chilometri.

Prima colazione e pernottamento.

4° Giorno

SAN PIETROBURGO

Alle ore 9, incontro con la guida parlante italiano e inizio del tour della città. Sparsa su una miriade di isole, sorta come per magia sull’acqua ai confini del Grande Nord, la “Venezia russa” riflette i suoi eleganti edifici sul mobile specchio del fiume Neva. Voluta dallo zar Pietro il Grande, inventata da geniali architetti italiani, magistralmente studiata nei suoi rapporti strutturali e cromatici, questa vivace metropoli è stata definita un’utopia progettata a tavolino, ma è anche e soprattutto uno dei panorami urbani più emozionanti al mondo. I nobili palazzi allineati lungo la Prospettiva Njevskij, i grandiosi monumenti come la fortezza di Pietro e Paolo, la sfarzosa cattedrale di Sant’Isacco con le sue colonne di malachite, l’etereo monastero di Smolny, la ridondante chiesa della Resurrezione, ne fanno la vera capitale artistica del Paese, custode dei fasti del passato e modello culturale per la Russia di domani. Dopo il pranzo ci attende una lunga escursione a Zarskoye Selo, rutilante complesso residenziale della famiglia imperiale russa, che comprende l’enorme Palazzo di Caterina, in stile rococò, e il neoclassico Palazzo di Alessandro. Considerato uno dei più preziosi gioielli architettonici russi, il Gran Palazzo coniuga con impareggiabile gusto scenografico la fastosità della facciata, lunga 306 metri, con la sontuosità degli interni. Autentico clou della visita è la spettacolare Camera d’Ambra, trafugata durante la Seconda guerra mondiale, poi fedelmente ricostruita e inaugurata durante le celebrazioni per il tricentenario della fondazione di San Pietroburgo, ricorrenza celebrata nel 2003. Al termine della visita, rientro in città.Il percorso della giornata è di circa 60 chilometri.

Prima colazione e pernottamento.

5° Giorno

SAN PIETROBURGO

Dopo la prima colazione partiamo per la visita guidata del Peterhof, la reggia estiva che lo zar Pietro il Grande si fece costruire sulle rive del Golfo di Finlandia, a circa 35 chilometri dal centro di San Pietroburgo. Il Gran Palazzo è da molti considerato il più importante e il più bello dei complessi imperiali sorti attorno alla città secondo il gusto dell’epoca barocca. La maestosità delle costruzioni e dei giochi d’acqua che movimentano il grande parco non ha paragoni in tutto il Paese; non a caso la reggia è definita la Versailles russa. Gli appartamenti, di ineguagliabile splendore, comprendono la camera da letto della zarina Elisabetta e la sorprendente Sala dei Ritratti, alle cui pareti sono appese 368 tele del pittore veronese Pietro Rotari, che per dipingere questa singolare galleria si avvalse di soltanto otto modelle, declinandone la bellezza in infinite pose, acconciature e abiti. La reggia è stata dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Di ritorno in centro, dopo pranzo ha inizio la visita di uno dei più ricchi e celebri musei del mondo: l’Ermitage, ospitato all’interno dell’immenso Palazzo d’Inverno, affacciato sul fiume Neva, e di quattro edifici contigui. La raccolta, la cui origine si deve alla passione per l’arte della zarina Caterina la Grande, vanta un patrimonio ineguagliabile di dipinti, sculture, monete e manufatti vari. Al pubblico sono esposte circa sessantamila opere, che comprendono capolavori di Leonardo, Caravaggio, Canova, Rembrandt, Degas, Van Gogh, Gauguin, Matisse, solo per fare alcuni nomi. Dopo cena, spettacolo opzionale di balletto presso il Teatro Mariinsky. Il percorso della giornata è di circa 70 chilometri.

Prima colazione e pernottamento.

6° Giorno

SAN PIETROBURGO – IVANGOROD – NARVA – VIHULA

Sveglia di buon’ora, colazione e trasferimento in minibus a Ivangorod, città situata 160 chilometri a ovest di San Pietroburgo sulle rive del fiume Narva, che costituisce il confine tra Russia ed Estonia. Attraversato il ponte posto a collegamento tra le due nazioni, entriamo nell’antica città estone di Narva, purtroppo in gran parte distrutta nel 1944 e per lo più ricostruita in stile sovietico. Nel primo pomeriggio incontriamo la guida locale, parlante italiano, e facciamo visita al Castello, uno dei pochi edifici storici scampati al conflitto e ora adibito a museo storico. Fondato alla fine del Duecento dai Danesi e più volte ricostruito e rimaneggiato nel corso dei secoli, si presenta come una massiccia struttura fortificata sulla quale svetta un’alta torre intonacata di bianco, risalente al Quattrocento. Assieme alla fortezza di Ivangorod, sulla sponda opposta del fiume, il Castello di Narva costituisce un complesso architettonico unico nell’Europa Settentrionale. Più tardi, un viaggio di circa tre ore ci conduce alla meta finale della giornata, ossia il lussuoso Vihula Manor Country Club & Spa, immerso nelle balsamiche pinete del Parco Nazionale di Lahemaa e ospitato in due antiche ville nobiliari splendidamente restaurate. Il complesso include altri 25 edifici storici, compreso un mulino a vento. Arrivo e sistemazione in hotel.Il percorso della giornata è di circa 300 chilometri.

Prima colazione e pernottamento.

7° Giorno

VIHULA – TALLINN

Buona parte della giornata è dedicata alla visita delle incantevoli distese boschive che costituiscono il Parco Nazionale di Lahemaa, uno dei più vasti d’Europa e senz’altro la più popolare riserva naturale estone. Qui possiamo apprezzare la biodiversità degli ecosistemi nordici, dove alle foreste si alternano brughiere, paludi e torbiere che ospitano una fauna variegata comprendente alci, cervi, volpi, linci, lupi, orsi e castori (che sono tuttavia piuttosto riservati e si fanno scorgere solo con un po’ di fortuna). Ai margini del parco, intersecato da una rete di comodi sentieri e passerelle di legno, si può ammirare la cascata di Jagala, che con i suoi 8 metri di salto è la più alta del Paese; in una terra piatta come una tavola, questi 8 metri sono motivo d’orgoglio ancor più dei 60 metri di larghezza, che ne fanno una delle più ampie d’Europa. Tra le attrazioni comprese nella visita  primeggiano l’antica tenuta nobiliare di Sagadi, con l’elegante palazzo in stile barocco circondato da un magnifico parco, e la non meno interessante tenuta di Psalme, con la sua bella villa settecentesca circondata da un borgo comprendente un granaio, un’antica distilleria e altre strutture ben restaurate, oltre a un frutteto dove vengono coltivate specie rare di mele e altre essenze. Il percorso attraversa anche la romantica foresta di Oandu e raggiunge la sponda del Mar Baltico nei pressi della penisola di Käsmu e dell’omonimo villaggio, celebre per l’antica tradizione di marineria risalente al Quattrocento e legata a un’importante scuola per marinai. Qui la gente viene per rilassarsi e trascorrere in spiaggia la breve stagione calda dell’Estonia. Nel pomeriggio proseguiamo alla volta di Tallinn; all’arrivo, sistemazione in hotel.Il percorso della giornata è di circa 95 chilometri. Prima colazione e pernottamento.

8° Giorno

TALLINN

Tallin, odierna capitale dell’Estonia, è un’antica città che continua a evolversi e cambiare volto assieme ai mutamenti del suo Paese; ormai lasciatasi alle spalle l’epoca dell’occupazione sovietica, si è trasformata in una piccola ma affascinante metropoli, capace di soddisfare sia gli appassionati di arte e storia, sia gli amanti del buon vivere. Nel XIV secolo Tallinn era un’importante città portuale della Lega Anseatica e il benessere portato dai traffici mercantili è evidente ancora oggi nel tessuto urbano, che conserva diversi splendidi edifici medievali di influenza tedesca; un’idea dell’antica ricchezza è data dal palazzo della Grande Gilda, sede dei mercanti anseatici, eretto nel 1410. L’edificio, che conserva splendide volte a crociera e ricche decorazioni in pietra, è fronteggiato dalla coeva cappella della corporazione, a due navate. Non sono da meno il Municipio medievale, la svettante chiesa di Sant’Olav e il massiccio castello di Toompea; facile intuire come anche Tallinn sia stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Nella visita guidata è compreso il parco cittadino, dove l’artista contemporaneo Lukas Kühne ha installato una sorprendente struttura in cemento armato, chiamata Cromatico, le cui camere costituiscono una raffigurazione tridimensionale della scala musicale cromatica; ogni vano porta il nome di una nota e riverbera in accordo qualsiasi suono vi venga prodotto. Nel pomeriggio, escursione nel parco cittadino di Kadriog, fatto realizzare da Pietro il Grande per la moglie Caterina e che qui volle una sontuosa residenza, inconfondibile per i colori accesi delle facciate; è previsto l’ingresso al vicino e avveniristico KUMU, museo inaugurato nel 2006 e adibito a ospitare le raccolte di arte estone. Prima colazione e pernottamento.

9° Giorno

TALLINN – ITALIA

Prima colazione. Partenza con volo di linea per l’Italia, con scalo a Francoforte, e arrivo previsto nel tardo pomeriggio.

Partenze di gruppo con l’assistenza di accompagnatore dall’Italia

Partenze per individuali con l’assistenza di guide locali parlanti italiano

Il Tucano Viaggi Ricerca

C’è un turismo che consuma, veloce ed effimero, e c’è un modo di viaggiare diverso: rispettoso dell’ambiente, delle culture e delle tradizioni, proposto con la sicurezza di chi ha percorso le strade del mondo con curiosità e passione, un modo di viaggiare rivolto a viaggiatori speciali e agli amanti del bello che c’è nel mondo. Questo è Il Tucano Viaggi Ricerca