Danimarca

Esperienza

Danimarca: 5 luoghi naturali da non perdere

Scogliere, coste, isole sono solo alcune delle perle naturali della Danimarca. Scoprite con noi cosa non potete assolutamente perdere.

1 – Isola di Møn

Un breve itinerario colorato di bianco, verde e azzurro per scoprire l’isola di Møn, nel sud della Selandia. Il bianco è quello delle falesie di candido gesso che precipitano in mare per decine di metri e che sono la caratteristica principale dell’isola. Il verde, invece, è il colore dei boschi e dei campi che ricoprono Møn. Come tutta la Danimarca, anche questa isoletta è largamente agricola e abbondano i produttori di qualità. L’azzurro, infine, ci porta al mare che circonda l’isola, acque tranquille da solcare con una barca a vela, fermandosi per la sera in uno dei pittoreschi porticcioli. Nei ristoranti locali propongono ottima cucina marinara, con piatti che si basano sulle tradizioni del posto e soprattutto su quello che offrono il mare e la stagione.

2 – Skagen

Il fascino e il mito legati alla cittadina marittima di Skagen devono le loro origini al gruppo di artisti Naturalisti del XIX secolo conosciuti col nome di “I Pittori di Skagen” che furono ispirati non solo dalla “luce blu di Skagen”, creata dai bagliori della luce del sole, ma anche dalla vita semplice degli umili borghi di pescatori. Skagen, oasi di pace e di natura, è il centro più a nord di tutta la Danimarca. Da 100 anni perla turistica ed artistica, ma anche villaggio di pescatori immerso tra le bianche dune e la brughiera, Skagen rimane nel cuore di chiunque la visiti. Il cuore della città è il caratteristico porto e i quartieri più antichi sono formati da tipiche case gialle con il tetto di tegole rosse dal bordo bianco.

3 – Bornholm

Situata a est della Danimarca, nel mezzo del Mar Baltico e a soli 37 chilometri dalla costa meridionale della Svezia, Bornholm sembra creata apposta per una vacanza. Grazie alla posizione, l’isola gode di molte ore di luce che hanno affascinato generazioni di artisti.  Bornholm è un’isola dal ritmo lento e riassume in piccolo il paesaggio danese: ci sono colline dolci, campi verdi e fertili, vasti boschi, costiere frastagliate e numerose spiagge di sabbia bianchissima. La posizione relativamente isolata di Bornholm ne ha conservato il fascino storico e le tradizioni sia culturali, sia gastronomiche. Solo qui potrai visitare le chiese rotonde, fortezze e luoghi di culto allo stesso tempo.

4 – Vadehavet

Il Wadden Sea è un parco nazionale la cui parte meridionale sconfina in Germania e in Olanda. Queste zone, oggi, sono state dichiarate Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO per la loro rilevanza ambientale. La meravigliosa parte danese del territorio paludoso, Ho Bay, situata nei pressi di Skallingen, è la meta perfetta per un’escursione giornaliera per osservare gli uccelli e la fauna selvatica ed esplorare gli habitat del litorale.

5 – Isole a sud della Fionia

L’Arcipelago del Sud della Fionia si compone di isole molto diverse fra loro che concorrono a regalare un’esperienza unica. In comune queste isole hanno una natura tranquilla, paesini graziosi e originali porticcioli. L’Arcipelago è inoltre amato da chi va in barca per l’accesso alle aree naturali, per la sfida di navigare tra le isole e isolette e per i numerosi ormeggi. Traghetti di piccole dimensioni collegano le isole alla terraferma. In Fionia le spiagge sono sabbiose, le acque tranquille e perfette per nuotare. L’Arcipelago offre grandi opportunità per la balneazione, inoltre, siccome le distanze sono molto brevi, non si è  mai molto lontano da una spiaggia.