Norvegia

Esperienza

A Pasqua vivi la Norvegia con i Sami

Uno dei festival più importanti per la cultura lappone-norvegese è il Festival di Pasqua Sami,  che ogni anno si svolge a Kautokeino, attirando locali e turisti in un mix di feste, divertimento, celebrazioni religiose, eventi culturali e sportivi.

Ma chi sono i Sami? Detti anche lapponi, sono la popolazione indigena situata più a nord in Europa. Si tratta di un popolo di origine antichissima stanziato in un’area che essi chiamano Sápmi e che comprende Norvegia, Svezia, Finlandia e Russia. Sono circa 80.000 persone di cui la metà vive tra la regione centrale e quella settentrionale della Norvegia, in particolare nelle cittadine norvegesi di Karasjok – 3.000 abitanti e 60.000 renne –, sede del Parlamento e considerata capitale sami della Norvegia, e la vicina Kautokeino.

Queste zone sono bilingue e legate allo stile di vita tradizionale. I mandriani di renne hanno vissuto qui per centinaia di anni sono ancora migliaia i sami  che si occupano dell’allevamento di renne.

 

Come anticipato, in primavera si tiene l’evento più importante per la cultura Sami, infatti, secondo la tradizione questo popolo si riuniva nella settimana di Pasqua per celebrare i matrimoni, i battesimi e le cresime. Dopo le celebrazioni e le competizioni con le renne, i Sami partivano verso la costa per la transumanza. Oggi il programma del Festival di Pasqua Include la Reindeer Racing World Cup – una vera e propria gara con le renne –, una gara di pesca nel ghiaccio, il Sami Film Festival (che si tiene all’interno di un cinema di ghiaccio), il Festival dei Bambini e un concorso di musica conosciuto come Sami Grand Prix. I cantanti competono in due categorie: musica pop e musica joik, tra le più antiche tradizioni musicali d’Europa. Le canzoni vengono trasmesse anche in radio, e sono i voti del pubblico a decidere il vincitore.

Ma non è tutto: sono previste performance teatrali, mostre e mercatini dove acquistare i tradizionali oggetti di artigianato, i duodji, ovvero coltelli, gioielli e lavori di ricamo. Si possono anche assaggiare i piatti tipici, tra cui il bidos, una zuppa di carne di renna fatta stufare a fuoco lento.

 

Se non riuscite a raggiungere la Lapponia Norvegese a Pasqua, ricordatevi che durante il resto dell’anno non mancano le occasioni per incontrare i Sami nei loro colorati vestiti tradizionali e scoprire la loro antica cultura. Molte sono le escursioni e le attività organizzate. Potrete partecipare alla vita quotidiana dei mandriani e imparare a lanciare il lazo, visitare una lavvu, la tipica tenda conica dentro a cui ci si riunisce attorno al fuoco, tra canti e racconti. E se capitate qui in inverno non potete assolutamente perdervi un giro nella natura selvaggia con la slitta trainata dalle renne.


Per info
Per info sul Festival Sami di Pasqua